Posted on

Uso alternativo della saponetta: ecco come utilizzarla contro i dolori muscolari

Saponetta sotto al cuscino. Credenza popolare, rimedio della nonna o cura scientifica, non ha importanza. Quello che conta è che io ci ho provato e funziona davvero. Suggestione? Sì e no! Vi spiego perché.

La mia azienda è immersa nel verde del piccolo paese di Castelbottaccio, in provincia di Campobasso, dove di nonne sagge se ne incontrano ogni giorno. Dopo essermi trasferita in questa piccola oasi si pace, in pochi giorni, ho avuto modo di parlare con quasi tutti gli abitanti (circa 300). È stato semplice aprirmi con loro, la mia gente, quella che conosce la mia famiglia e le mie radici. È stato facile parlare del mio progetto e avere l’approvazione di tutti è stata, ed è sempre, una grande soddisfazione. “Saponette? Biocosmesi? Bravissima!” mi ripetono ancora oggi, ancora stupiti, tutti.

Un giorno venne in laboratorio una signora, non molto anziana, ma che di storie ne ha viste e scritte tante. Le parlai di me palesando, come ogni volta, tutta la motivazione e la voglia di proseguire per la mia strada. Acquistò due saponette alla lavanda e mi disse “una la devo infilare sotto al cuscino di mia figlia”.  “Sotto al cuscino?” Io che sulle saponette ne avevo lette tante, non avevo mai sentito una cosa del genere. “Sì – rispose – quella sciagurata di mia figlia non capisce che per curare il mal di schiena deve fare come hanno sempre fatto gli antichi: con una bella saponetta nel letto”.

Finita la conversazione, salutata la signora, cercai di approfondire questa credenza scoprendo che, non solo è diffusa in tutto il territorio nazionale, ma hanno anche tentato di darne una spiegazione scientifica alla sua efficacia. Lo conferma quanto detto dal Dottor Oz di Live Science.

Inserendo una saponetta avvolta in un fazzoletto di cotone, sotto al cuscino o ai piedi del letto, il tuo corpo assorbirà lungo la notte tutte le proprietà degli oli essenziali in essa contenuti donando sollievo a dolori muscolari e alleviando il senso di spossatezza e gonfiore, soprattutto a schiena e gambe. La lavanda scelta dalla signora, per esempio, è da sempre usata come antinfiammatorio naturale, oltre che come rimedio ai malesseri legati al ciclo mestruale.

Io ci ho provato e vi devo dire che ne ho tratto beneficio! In fondo non costa nulla.

Consiglio: potete aggiungere qualche goccia di olio essenziale sul sapone così da renderlo ancora più efficace e profumato!